Presentazione

STAMPE ANTICHE della

COLLEZIONE “CARLO BOCCHI” di Adria

UNA SINGOLARE COLLEZIONE DI STAMPE 

Le stampe antiche, che formano la Collezione “Carlo Bocchi”, sono un’eredità culturale preziosa, dovuta alla passione collezionistica di Carlo Bocchi (1752-1838), uomo politico e benefattore, protagonista della vita pubblica della città di Adria nelle alterne vicende della caduta della Serenissima e delle dominazioni francese e austriaca, ma anche personalità erudita, animata da una curiosità multiforme per l’arte e l’archeologia.

Queste stampe sono state lasciate in eredità nel 1836, insieme a tutto il suo ricco patrimonio di case e terreni, al Comune di Adria, con l’obbligo di esporle nel Ginnasio che, col suo lascito, doveva essere istituito, come poi avvenne nel 1841. Esse, dopo lunghe traversie, sono state collocate nel 1998 nella Sala Carlo Bocchi, dove si trovano attualmente.

La Collezione presenta un itinerario articolato della storia dell’incisione, ripercorrendo alcune delle sue tappe principali dal Rinascimento in avanti, con opere di artisti europei di varie nazionalità: italiani, francesi, tedeschi, inglesi, fiamminghi.

Nella raccolta si possono ammirare i fogli di famosi artisti: da un maestro come Albrecht Dürer ai celebri bulini dei Sadeler, famiglia di incisori del XVI secolo, dai seicenteschi Salvator Rosa e Jacques Callot, ai protagonisti del secolo dei Lumi, Jackson, Leonardis e Bartolozzi.

In questa ricca galleria di disegni e immagini, uno spazio significativo è infine riservato all’incisione “di traduzione” che riprende le opere di grandi della pittura come Raffaello, Michelangelo e Tiziano.

Delle stampe esiste un esaustivo catalogo: “Il diletto dell’immagine. Volti, storie e paesaggi nelle stampe della Collezione Carlo Bocchi”, ed. Il Poligrafo, 2012, curato da Barbara Ceccato, con una introduzione di Antonio Giolo; nel ricco volume sono catalogate anche le stampe che si trovano nella Biblioteca di Adria e in Municipio.

COLLEZIONE “CARLO BOCCHI”

La Collezione “Carlo Bocchi” comprende:

– la sala “Carlo Bocchi” con le stampe antiche;

– le mappe ottocentesche delle proprietà della Fondazione Scolastica;

  • –          – l’archivio della Fondazione e carte geografiche storiche.

CARATTERISTICHE DELLE STAMPE

Soggetti sacri

Antico Testamento, Nuovo Testamento, Cristo, la Vergine, Sacra Famiglia, Santi.

Soggetti profani

Allegorie, soggetti mitologici, soggetti classici, scene di genere, figure, soggetti letterari, soggetti storici, battaglie e soggetti militari, studi di figure, teste di carattere, ritratti, soggetti teatrali, paesaggi, vedute, capricci.

Le mappe storiche

Nell’atrio del Palazzo Bocchi si possono osservare le mappe del 1873 che rappresentano le proprietà terriere, alienate nel periodo dal 1960 al 1993, e gli edifici della Fondazione Scolastica “Carlo Bocchi”.

Nella sede sono presenti anche alcune carte geografiche storiche del Polesine.

ARCHIVIO DELLA FONDAZIONE

L’archivio della Fondazione contiene una parte della documentazione sulla storia della Fondazione Scolastica “Carlo Bocchi”; la parte più antica è nell’Archivio Comunale Antico presso la Biblioteca Comunale di Adria.

La Collezione “Carlo Bocchi” é aperta al pubblico il martedì e il giovedì dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e può essere visitata in altri giorni su prenotazione.